31 Mag 00:03

lat 42° 47′ 12”, LONG 10° 16′ 28”

Cerca
Close this search box.
31 Mag 00:03

lat 42° 47′ 12”, LONG 10° 16′ 28”

Cerca
Close this search box.

|

Botanica profumata

La flora della macchia mediterranea: piante, fiori e profumi dell’Arcipelago Toscano

La flora della macchia mediterranea intreccia  bellezze naturali e profumi avvolgenti: una testimonianza della biodiversità del nostro patrimonio naturale. Ogni passeggiata nell’Arcipelago Toscano, rappresenta perfettamente l’immersione in un mondo di aromi e colori avvolgenti ed emozionanti, capaci di parlare direttamente all’anima di ogni amante della natura.

Attraverso un viaggio olfattivo ed estetico, navigando tra miti e leggende, proprietà, usi e costumi inerenti alle piante, esploreremo alcune delle specie più rappresentative e dell’habitat mediterraneo, dell’Arcipelago Toscano e, in particolare, dell’Isola d’Elba

Erica arborea: arbusto sempreverde dalla corteccia rossastra

L’erica arborea è una presenza incantevole nella macchia mediterranea, particolarmente diffusa sull’Isola d’Elba. Questo arbusto sempreverde, con fiori bianco-crema profumatissimi, è tradizionalmente utilizzato in erboristeria per le sue proprietà, che vanno dalle qualità diuretiche a quelle sedative.

Il suo legno pregiato – ideale per la fabbricazione di pipe – e i fiori essiccati sono stati usati in vari modi nel corso dei secoli, sottolineando la connessione tra le piante e le antiche tradizioni popolari. L’erica, addirittura, è protagonista di  leggende che la legano a rituali di purificazione e protezione spirituale – come nel caso della leggenda di Malvina.

Leccio: autentico emblema della flora della macchia mediterranea

Il leccio, o Quercus ilex, è un imponente albero sempreverde riconoscibile per la sua forte struttura e per le foglie robuste, lucide e scure sulla parte superiore e  più chiare e opache al di sotto. Questi alberi trasmettono, nell’immaginario collettivo, capacità di resistenza e rinnovamento, con foglie che simboleggiano forza, saggezza e resilienza: simboli che testimoniano la capacità di sopravvivere e prosperare anche nei terreni meno ospitali, superando ogni sfida.

Gli alberi di leccio, veri pilastri della macchia mediterranea, sono noti per la loro longevità e presenza maestosa, e si distinguono per la produzione di fiori e frutti peculiari. Questi ultimi infatti, sebbene piccoli, sono vitali per la riproduzione della specie. Le ghiande del leccio, infine, sono fondamentali per la dieta degli animali selvatici, grazie anche alla loro caratteristica cupola protettiva che ne rende unica la forma.

Mirto: pianta dal profumo antico, fruttato e rotondo

Il mirto, con le sue foglie lucide e i delicati frutti bluastri, è una delle essenze più emblematiche dell’Isola d’Elba. Questa pianta è nota per le sue proprietà aromatiche, utilizzate sia nella produzione di liquori che in cosmetica.

Il mirto presenta poi una ricca storia mitologica, associata ad Afrodite, simbolo di amore e fertilità. Il suo legame con le antiche leggende e la sua presenza diffusa nel paesaggio dell’isola invitano a una scoperta profonda delle tradizioni e dei sentieri naturali.

Rosmarino: la rugiada di mare della macchia mediterranea

Il rosmarino, o Rosmarinus officinalis, è un ingrediente fondamentale della cucina mediterranea, apprezzato anche in aromaterapia per la sua capacità di alleviare l’ansia e migliorare la concentrazione. La leggenda della sua efficacia rinnovatrice è legata alla storia della Regina Isabella d’Ungheria, che usava cospargersene per mantenere la sua salute e la sua bellezza.

La fioritura del rosmarino sulle rocce spigolose lungo i sentieri panoramici che si snodano verso il mare evoca la schiuma delle onde. Il nome stesso di questo arbusto sempreverde, rugiada del mare, cattura l’essenza della sua esistenza e della sua presenza nel paesaggio marittimo.

Elicriso: un simbolo della cultura popolare elbana

L’elicriso, con i suoi fiori gialli e la fragranza intensa, simboleggia la luce e la protezione nella mitologia greca, associato ad Apollo. Questa pianta è apprezzata per le sue proprietà antiossidanti e lenitive, usate nella cosmetica e nell’aromaterapia per promuovere il benessere fisico e mentale.

La pratica di raccogliere i fiori di elicriso sull’Isola d’Elba risalta il ruolo vitale di questa pianta nel patrimonio culturale ed economico locale. Sin dal XVII secolo, le donne dell’isola hanno infatti giocato un ruolo cruciale nella raccolta dei fiori per la produzione di oli essenziali. Questa tradizione è stata riportata in auge negli anni ’70, rafforzando il legame tra gli isolani e questa preziosa pianta aromatica della macchia mediterranea.

Lentisco: arbusto leggendario dall’odore resinoso

Il lentisco è un arbusto mediterraneo rinomato per il suo profumo resinoso . Le proprietà della resina e delle foglie lo rendono prezioso in molteplici contesti, dalla cucina alla cosmetica. La leggenda di Sant’Isidoro evidenzia il suo ruolo spirituale e curativo, rendendo il lentisco un simbolo di guarigione e protezione.

Le virtù del lentisco sono riconosciute da secoli: l’olio estratto dai suoi semi è utilizzato sia in cucina che nelle formule cosmetiche per le sue proprietà antiossidanti e calmanti. La resina estratta dalla sua corteccia poi è apprezzata per le sue qualità balsamiche, e quindi spesso impiegata per purificare il respiro. Nella tradizione pastorale elbana, le foglie giovani e morbide del lentisco venivano inserite nelle scarpe per assorbire l’umidità e diffondere il loro profumo.

Tamerici: piante simbolo di resilienza e protezione

Le tamerici, con le loro radici profonde e la capacità di resistere in ambienti salmastri, sono una metafora vivente di resilienza e bellezza. Simbolicamente, sono associate alla protezione e alla purezza, e per questo un tempo venivano spesso piantate vicino alle case così da tenere lontani gli spiriti malvagi.

Sull’isola d’Elba, le tamerici stupiscono con le loro magnifiche fioriture, dando vita a paesaggi di straordinaria bellezza, prosperando mentre si intrecciano figurativamente con il mare.

Scritto da

Redazione

Share

Fonte: Shutterstock
Fonte: Shutterstock
Fonte: Shutterstock
Davide Fiz
Courtesy of Acqua dell'Elba
Fonte: Shutterstock
ACQUA DELL’ELBA ti accompagna in un viaggio che si snoda fuori dai sentieri battuti e che si fa a grandi passi, lungo bianche spiagge silenziose, o per le strade di collina, ma anche restando fermi, seduti su uno scoglio, ammirando un tramonto.

Segui la brezza dell' isola