30 Mag 23:45

lat 42° 47′ 12”, LONG 10° 16′ 28”

Cerca
Close this search box.
30 Mag 23:45

lat 42° 47′ 12”, LONG 10° 16′ 28”

Cerca
Close this search box.

|

Arte & Cultura

Vita sotto le onde: 5 documentari per conoscere la fauna marina

Verso lo sterminato regno marino, abitato da oltre due milioni di specie animali, l’uomo prova da secoli una curiosità insaziabile che lo spinge a una ricerca costante ed instancabile, nella speranza di riuscire a carpire nuovi segreti celati in quelle profondità.

Da questo studio, da questo desiderio di conoscenza, derivano i documentari qui proposti. Lungometraggi avvincenti e visivamente sorprendenti che raccontano la vita nel mare e la vita del mare e ci mostrano creature magnifiche, complesse e spesso incomprese.

Sono tuffi alla scoperta di una terra altra, quasi un mondo alieno, una profondità conosciuta e sconosciuta che ci affascina e ci emoziona.

5 documentari per scoprire gli animali del mare

1. My octopus Teacher, 2020

Vincitore dell’Oscar come milgior film documentario “My Octopus Teacher” (in italiano “Il mio amico in fondo al mare”) guida gli spettatori attraverso una fitta foresta di alghe sottomarine al largo della False Bay, in Sudafrica. Qui, il documentarista Craig Foster, in un periodo particolarmente complesso della sua vita, inizia ad immergersi tutti i giorni finendo per incontrare un polpo. Nel corso di un anno, tra i due si instaura un rapporto di fiducia, dove l’animale insegna all’uomo e all’uomo è permesso visitare e conoscere, forse per la prima volta così da vicino, la vita dell’animale. Diretto magistralmente da Pippa Ehrlich e James Reed, questo documentario parla di empatia e di un legame inconsueto, della relazione dell’uomo con la natura e in fondo anche con se stesso. Un racconto struggente e incantevole che non può lasciare indifferenti.

2. Playing with Sharks, The Valerie Taylor Story, 2021

“Playing with Sharks” (in italiano “L’amica degli squali”) è la storia di Valerie Heighes – Taylor una pioniera della cinematografia subacquea. Nata in Australia, si avvicina da giovane alla pesca subacquea vincendo diversi premi in un’attività prettamente maschile. Negli anni ‘50 conosce Ron Taylor campione mondiale di pesca subacquea e appassionato di riprese marine. I due avviano una relazione (lavorativa e poi anche amorosa) che li porterà ad esplorare gli abissi e a collaborare alla produzione di svariate opere cinematografiche (come “Lo Squalo” e “Blue Water White Death”), sia per la loro abilità di ripresa che per la loro capacità di interazione con la fauna marina, in particolare con gli squali. È Valerie che nelle sue immersioni scopre come interagire con essi senza timore, ed è sempre lei che afferma che siano degli animali particolarmente intelligenti, che imparano in fretta e che, se rispettati e compresi, possano interagire pacificamente con gli uomini.

“Playing with Sharks” non è solo un documentario sulla carriera di Valerie Heighes – Taylor, è una testimonianza avvincente dell’unicità della sua esperienza, del suo impegno per la tutela dei mari e dell’amore incondizionato per la sua professione. È la storia di una donna coraggiosa ed appassionata che viveva la sua vita come un’avventura e che ha fatto delle scelte non convenzionali in nome della sua passione.

3. Wild Italy, I giganti del Mediterraneo

Nella serie di documentari prodotta da Rai, Wild Italy è un bellissimo episodio dedicato ai giganti del Mediterraneo. Realizzato con l’impiego di operatori subacquei, immagini aeree e robot sottomarini in grado di filmare fino a 500 metri di profondità è un prodotto che permette allo spettatore di comprendere la vita marina delle coste italiane, rivelandone la grande ricchezza biologica e gli allarmanti rischi ambientali.

In un viaggio attraverso gli oltre 8000 chilometri di coste, si ha la possibilità di osservare le abitudini di incredibile numero di grandi mammiferi marini: dal maestoso capodoglio alla balenottere, dalle stenelle ai grampi. Un documentario affascinante che offre una panoramica completa dell’ecosistema marino mediterraneo.

4. Il regno delle balene, 2023

“Il Regno delle Balene” è un’avvincente indagine sull’intelligenza dei cetacei che, seguendo una megattera solitaria in Alaska e una famiglia di orche in Messico, rivela comportamenti complessi, emozioni e relazioni sorprendenti. Attraverso immagini straordinarie, il film sfida le nostre percezioni sugli abitanti del mare e ci invita a riflettere sulla connessione tra tutte le forme di vita.

5. Le meraviglie del mare, 2017

Jean-Michel Cousteau, figlio del leggendario esploratore e regista Jacques Cousteau, s’imbarca con i figli Celine e Fabien e la sua troupe, in un viaggio dalle isole Fiji alle Bahamas, per esplorare oceani sconosciuti e scoprire di più su ciò che li minaccia. Con Jean-Michel Cousteau come guida e complici le tecniche di ripresa avanzate, “Le meraviglie del mare” è un viaggio epico attraverso gli oceani. Narrato da Arnold Schwarzenegger, il documentario non solo cattura la bellezza degli oceani, ma anche l’urgente necessità di proteggerli. Esplorando dalla base alla cima della catena alimentare marina, il film stimola la consapevolezza sulla fragilità degli ecosistemi oceanici e la responsabilità di preservarli per le generazioni future.

Bonus. Bejewled Fish, 2016

Non c’è voce, non c’è narrazione, ma in questo documentario di 56 minuti si susseguono musiche distensive e immagini mozzafiato delle specie di pesci più colorate e fantasiose.

Un’ottima esperienza immersiva e di totale rilassamento.

Scritto da

Share

ACQUA DELL’ELBA ti accompagna in un viaggio che si snoda fuori dai sentieri battuti e che si fa a grandi passi, lungo bianche spiagge silenziose, o per le strade di collina, ma anche restando fermi, seduti su uno scoglio, ammirando un tramonto.

Segui la brezza dell' isola