31 Mag 01:28

lat 42° 47′ 12”, LONG 10° 16′ 28”

Cerca
Close this search box.
31 Mag 01:28

lat 42° 47′ 12”, LONG 10° 16′ 28”

Cerca
Close this search box.

|

ARTE & CULTURA

Le forme dell’acqua: viaggio nel cuore del Mediterraneo

Onde che s’infrangono sulle scogliere, un sussurro incessante che risuona lungo le coste e raggiunge le città affacciate sul blu infinito. Il mare è più di una semplice distesa d’acqua: è un luogo primordiale di vita e di rinascita, un maestro silenzioso che insegna a vivere attraverso il ritmo costante delle maree.

Racconti di mare, sogni e bellezza: il podcast Forme dell’Acqua

L’iniziativa nasce da un’idea di Federico Fini, figura poliedrica con una vasta esperienza come conduttore radiofonico, critico cinematografico, sceneggiatore per la Rai, e autore di romanzi e progetti musicali. Ferdinando Romano, collaboratore, è un musicista e performer che ha contribuito significativamente alla parte musicale del progetto.

Il podcast si pone come una serie di narrazioni che esplorano la vita quotidiana in diverse parti del Mediterraneo, utilizzando media come poesia, jazz ed elettronica per arricchire immersivamente l’esperienza degli ascoltatori.

Forme dell’Acqua si propone di sensibilizzare le persone verso una maggiore consapevolezza del proprio ambiente e di stimolare un senso di appartenenza a qualcosa di più grande di sé stessi. Un arcipelago di storie ed esperienze che formano una comunità, un insieme di isole narrative che si intersecano tra loro, evidenziando come il rispetto di sé possa tradursi in un rispetto per la vita in tutte le sue forme.

Ogni episodio affronta un tema specifico, rappresentando le diverse dimensioni e sfaccettature dell’esistenza umana e naturale, simboleggiate dall’acqua e dalle sue molteplici manifestazioni. Questi temi vanno dalla luce, che cambia in base al contesto e altera la nostra percezione del mondo, alla risacca, che evoca la presenza o l’assenza di una persona amata.

Un luogo fuori dal tempo

Le onde infrangendosi sulla riva portano con sé storie di viaggi lontani, di sogni e di speranza. Per chi ascolta, il mare parla della fluidità della vita, del cambiamento incessante e della resilienza; con ogni tempesta, ci ricorda la nostra vulnerabilità e al tempo stesso la nostra forza.

Per alcuni, il mare è un rifugio, un santuario dove l’anima trova la quiete; per altri, è un campo di prova in cui sfidare le onde per cercare nuovi orizzonti. Il mare è anche un luogo di ritorno, un punto di riconnessione con le proprie origini. Nelle sue acque, ogni confine si dissolve, ogni distinzione tra passato, presente e futuro diventa irrilevante. Siamo tutti parte del mare e il mare è parte di noi, un eterno ritorno alle radici della nostra esistenza, un richiamo a riscoprire l’essenza più pura dell’essere.

Il mare come metafora di vita

Quando il sole finalmente sorge e la sua luce si spezza sulle onde, tutto sembra possibile: la vita appare come un orizzonte luminoso che attende di essere esplorato, un viaggio senza fine verso la scoperta di nuove terre, nuovi sogni, e nuove speranze. E tu, di fronte al mare, sei pronto a rispondere alla sua chiamata, a immergerti nelle acque profonde e a lasciarti trasportare dal destino.

Sulle coste, le spiagge di sabbia bianca e le piccole insenature raccolgono i tesori che il mare decide di lasciare: conchiglie, frammenti di corallo, legni levigati e lisci come seta. Ogni oggetto è un messaggio, una lettera scritta nell’antica lingua del mare, portata a riva per essere ammirata.

E quando il sole tramonta, tingendo l’acqua di toni arancioni e violacei, il mare non dorme. Continua a muoversi, a respirare, a vivere, con i suoi colori e i suoi suoni. Il crepuscolo è un invito a nuove scoperte, un momento di transizione in cui tutto cambia e nulla si ferma.

Nel cuore dell’arcipelago toscano, tra l’Isola d’Elba e le sue sorelle minori, le correnti raccontano storie di viaggiatori, di amori persi e ritrovati, di paure e di vittorie. La vita di mare è un poema senza fine, scritto nell’acqua e letto dal vento: ascoltalo qui.

Scritto da

Share

Fonte: Jessie Allen Dupe
Fonte: Hatti Webster Dupe
Fonte: Madeline Edwards Dupe
Fonte: Hatti Webster Dupe
ACQUA DELL’ELBA ti accompagna in un viaggio che si snoda fuori dai sentieri battuti e che si fa a grandi passi, lungo bianche spiagge silenziose, o per le strade di collina, ma anche restando fermi, seduti su uno scoglio, ammirando un tramonto.

Segui la brezza dell' isola